Riciclo dei rifiuti: dati e tendenze del 2023 

Il riciclo dei rifiuti e dei materiali riciclabili si presenta come un pilastro imprescindibile per costruire un futuro sostenibile per il nostro ambiente. Come dimostrano i dati relativi all’anno 2023, l’Italia sembra averlo capito totalmente: il tasso di riciclo dei rifiuti del nostro Paese è pari al 72% e si colloca al di sopra della media europea, attestata intorno al 58%.

Questo impegno ha portato a risultati tangibili nel panorama dell’economia circolare nel paese, con un chiaro impatto positivo sulle prospettive future.

Successi e sfide nel riciclo dei materiali

Nel settore degli imballaggi, che comprende vetro, carta, cartone, acciaio e plastica, l’Italia ha ottenuto successi importanti.

L’obiettivo nazionale del 75% di riciclo degli imballaggi è stato ampiamente superato nel 2023, con stime che indicano l’avvio al riciclo di oltre l’80% degli imballaggi in vetro e oltre l’85% degli imballaggi in carta e cartone.

La Commissione Europea ha pubblicato un rapporto sullo stato del riciclo dei rifiuti nei paesi membri, evidenziando che solo 9 (tra i quali troviamo orgogliosamente l’Italia) su 27 sono sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

La Strategia Nazionale per lEconomia Circolare, adottata con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, è un importante passo verso la trasformazione della gestione dei rifiuti in Italia. Questa strategia include incentivi fiscali per il riciclaggio e l’uso di materie prime seconde, insieme a riforme nei sistemi di tassazione ambientale e di responsabilità estesa del produttore.

Riciclo dei rifiuti: il ruolo chiave dell’industria cartaria

L‘industria cartaria si trova di fronte a sfide significative, soprattutto considerando gli obiettivi europei di riduzione delle emissioni.

Tuttavia, rappresenta un esempio quasi perfetto di economia circolare, con un utilizzo elevato di risorse rinnovabili e una forte percentuale di carta e cartoni raccolti e riciclati.

In Italia, l’89% della pasta per carta acquistata è fornita di certificazione forestale, dimostrando un impegno verso pratiche sostenibili. Anche la raccolta interna di carta e cartone è in costante crescita, con un aumento dell’80% rispetto a venti anni fa.

Questi dati posizionano l’Italia come un leader nel riciclo dei rifiuti, con successi significativi nel settore degli imballaggi e un impegno chiaro verso l’economia circolare. La chiave di questo successo?

La cooperazione tra istituzioni, imprese e cittadini che rimane fondamentale per ottimizzare la gestione dei rifiuti e promuovere pratiche sempre più sostenibili.

fonte: Assoambiente

Condividi l’articolo