Architettura sostenibile: il cartone come materiale per l’edilizia

Tra gli obiettivi dell’architettura sostenibile ci sono l’impiego delle risorse naturali del territorio e la limitazione dell’impatto ambientale.

Il cartone che tutti conosciamo per essere versatile, leggero, resistente, modellabile, ma soprattutto riciclabile e sostenibile, si è rivelato anche un ottimo materiale da costruzione. 

Negli ultimi anni il suo utilizzo è aumentato, così come gli ambiti di applicazione: oltre ad essere sempre più adoperato nel settore del packaging, in quanto valida alternativa alla plastica, è stato impiegato anche per la realizzazione di oggetti di design e di allestimenti per mostre ed eventi. 

Nel mondo dell’architettura, l’idea di considerare il cartone come materiale edile non è stata un’intuizione recente: sono in particolare due gli architetti che l’hanno scelto per i propri progetti. 

Costruire un edificio in cartone? Si può

Il primo a utilizzare il cartone come materiale alternativo è stato l’inventore e architetto Richard Buckminster Fuller che lo applicò alle proprie cupole geodetiche, costruzione che gli valse il premio della Triennale di Milano del 1954.

A portare avanti questa intuizione e a fare di questo materiale la propria firma è stato, ed è tutt’ora, l’architetto giapponese Shingeru San, la cui genialità risiede nell’idea di applicare del poliuretano alla superficie del cartone per renderla impermeabile e ignifuga.

Grazie a questo meccanismo ha potuto costruire interi edifici in tubi di cartone riducendo costi e tempi di realizzazione.

Un’innovazione che l’ha reso un punto di riferimento nel mondo dell’architettura e famoso a livello globale, tanto da arrivare a vincere nel 2014 il Pritzker Achitecture Price, il più alto riconoscimento nel campo dell’architettura.

Tra le numerose opere realizzate ricordiamo: la chiesa di Christchurch in Nuova Zelanda, costruita sulle rovine della vecchia cattedrale tardo gotica e il Paper Concert Hall, l’auditorium costruito a L’Aquila, in Italia, a seguito del sisma del 2009, come simbolo di vicinanza alla città da parte del governo giapponese. 

Il Paper Concert Hall è stato inaugurato il 7 maggio 2011 con una cerimonia di apertura con l’orchestra diretta da Tomomi Nishimoto.

Share this post