Cartone ondulato: aumenta la domanda nel 2023

Nel 2023 la domanda del cartone ondulato è aumentata considerevolmente: da sempre relegato a semplice materiale per il confezionamento rappresenta oggi uno dei protagonisti indiscussi dei trend di packaging dell’anno corrente.

Secondo i report di Smithers Pira, colosso mondiale del settore dell’imballaggio, della carta e della stampa, le cifre investite sulla sua produzione non cessano di aumentare, dimostrando il forte interesse della filiera nei confronti di questo materiale.

Non più solo scatole e imballi classici: astucci, confezioni, imballi industriali ed espositori vedranno il suo ingresso come materiale di punta per la loro produzione, riscoprendone proprietà e vantaggi.

cartone ondulato

Che cos’è il cartone ondulato? 

La costruzione del cartone ondulato è frutto di un insieme di operazioni altamente tecnologiche.

Composto da due fogli di carta piana (copertine) e uno o più fogli tenuti assieme da collanti naturali, viene generalmente rivestito dalla resistentissima carta Kraft. Il prodotto finale costituisce quindi un vero e proprio ammortizzatore naturale, perfetto per la realizzazione di scatole in cartone impegnate nella salvaguardia e nel trasporto di articoli.

Inoltre, contrariamente ad altri materiali di imballaggio, il cartone ondulato è in grado di respingere l’umidità, confermandosi come confezionamento ideale per tutti quei prodotti che hanno la necessità di resistere a lunghi periodi di spedizione.

Risparmio economico e rispetto per l’ambiente 

Una delle ragioni della riscoperta del cartone ondulato è da ricondurre all’aumento esponenziale di delivery ed e-commerce, il cui utilizzo si è convertito da semplice comodità ad abitudine consolidata.

Il cartone ondulato è infatti un tipo di cartone molto rigido ma sempre leggero, perfetto per imballaggi e spedizioni di qualsiasi tipo.
Riciclabile al 100%, garantisce per di più un notevole risparmio economico: oltre l’80% delle fibre impiegate per la sua produzione deriva infatti da materiale di recupero.

Negli anni, questa forte attenzione verso le politiche di sostenibilità ha convinto diverse aziende a utilizzare il cartone ondulato su larga scala, dalle scatole per l’imballaggio al confezionamento del prodotto singolo.

Le sue indiscutibili proprietà ne hanno favorito l’impiego in diversi settori industriali: dal settore alimentare, dove viene utilizzato come imballaggio di bevande, cibi freschi e latticini, all’ambito cosmetico dove la richiesta di prodotti per l’igiene continua ad aumentare.

Share this post