Anche il packaging dei gioielli può essere giovane e irriverente

Il packaging per gioielli che non ti aspetti. O forse che si aspetta un target di consumatori giovane e anticonformista, amante di questi accessori ma non del loro essere simbolo di sfarzo e prestigio.

Il brand brasiliano Stupid Jewelry, dopo un’indagine di mercato che ha evidenziato la possibilità di rivolgersi a un nuovo gruppo di consumatori, ha così creato una linea di prodotti e di confezioni fuori dall’ordinario per il compassato settore dei gioielli.

Il brand Stupid ha voluto abbracciare una nuova generazione di clienti, uomini e donne che vogliono indossare accessori eleganti senza identificarsi con il cliché dell’ostentazione. Argento, oro e pietre preziose, forse per la prima volta, sposano l’irriverenza e l’audacia. Una scelta originale che permette a questo brand di distinguersi nettamente dai suoi competitor.

Marketing e packaging fuori dagli schemi per differenziarsi

La rivoluzione portata avanti dal brand brasiliano è partita evidentemente dal naming. “Stupid” vuole sintetizzare in una parola il tono di voce del marchio, posizionandolo molto lontano da quei nomi propri o dai termini eruditi adottati dalla maggior parte dei protagonisti del comparto.

Anche il packaging di questi gioielli ha seguito la stessa strada, puntando su colori accesi, forti contrasti, formati e materiali semplici e “quotidiani”, non legati alle classiche confezioni di lusso.

“Vivi secondo le tue regole, crea le tue tendenze e la tua moda”. È questo il motto di Stupid, che assieme al naming, al packaging e alla comunicazione sui social network posiziona il brand in modo chiaro e deciso, allineandolo al target e alla missione aziendale. Tutto ciò è replicato con coerenza in ogni touchpoint (negozi fisici e shop online, servizio clienti, call to action e altro), rimarcando la forza di differenziazione del marchio.

Condividi l’articolo