La stampa di Dati Variabili che accorcia le distanze

stampa dati variabili

Durante il lockdown e nei mesi caratterizzati dalle limitazioni degli spostamenti, incontrarsi con gli amici è stato particolarmente difficile. Da qui è nata l’idea della cantina italiana Ferro13: creare qualcosa di speciale per accorciare le distanze e rimettere in contatto le persone. Lo ha fatto attraverso il vino, la creatività e il packaging.

Questo progetto lanciato da Ferro13 in tempo di pandemia si chiama proprio “Accorciamo le distanze”. L’invito del brand è quello di regalare a chi ci è più caro una bottiglia di vino per ricordargli che gli siamo vicini. Ma qual è il colpo di genio dell’operazione?

Attraverso la tecnica della stampa di Dati Variabili si personalizzano le etichette da applicare alle bottiglie, in modo che ognuna riporti il nome di chi fa fatto il dono, il nome del destinatario e infine il numero di metri che separano le due persone.

Sul retro dell’etichetta, oltre alle consuete informazioni obbligatorie, è stato poi inserito un QR Code per permettere di visualizzare attraverso Google Maps l’esatta distanza tra mittente e destinatario.

Il packaging è diventato così il vettore di un messaggio, sfruttando la creatività degli ideatori del progetto e le tecniche della stampa digitale.

La stampa di Dati Variabili, in particolare, permette di personalizzare gli stampati con dati diversi, alfanumerici e codici di identificazione, in modo che ogni singolo prodotto sia caratterizzato da informazioni univoche.

Insomma, nessuna distanza è incolmabile per una bottiglia di vino. Neppure per un’amicizia vera.

Share this post